Bando voucher digitali I4.0 – Anno 2019

La Camera di commercio ha approvato l’iniziativa, al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese, di tutti i settori economici.

A chi è rivolto?

Alle micro piccole e medie imprese aventi sede legale e/o unità locali – almeno al momento della liquidazione – nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di competenza.

Obiettivi

Promuovere l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0 e, al tempo stesso, stimolare la domanda da parte delle imprese di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0

Spese ammissibili

  1. per servizi di consulenza/formazione, da sostenere in modo obbligatorio, nella misura minima del 50%, relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2 del presente Bando erogati dai fornitori descritti nell’art. 6 del bando e nel punto a) della Scheda 2 – Misura B;
  2. per l’acquisto di beni e servizi nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti elencate nel comma 3 dell’articolo 2 del presente Bando.
Nuovo bando della camera di commercio

I PID mettono a disposizione delle imprese dei voucher digitali per l’acquisto di servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0: un sostegno tangibile a favore della digitalizzazione delle micro piccole e medie imprese italiane.

I voucher sono erogati attraverso appositi Bandi pubblicati dalla Camera di commercio a cadenza variabile. Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese singole ed anche i gruppi di imprese che partecipano ad un progetto aggregato finalizzato all’introduzione di tecnologie in ambito Impresa 4.0.