Consigli su come comportarsi sui Social Network come azienda

Ormai è risaputo che su Facebook possiamo trovare (oltre che i nostri amici e conoscenti), svariate aziende, attività, professionisti, artisti, associazioni e qualunque altra figura commerciale.

Se sei un’attività, devi essere consapevole che su Facebook sei un ospite e per ottenere risultati, devi attenerti alle regole dei “padroni di casa”.

Di seguito le 5 cose da NON fare se vuoi promuovere il tuo business su Facebook:

1. NON CREARE PROFILI PERSONALI FALSI ​

Profili falsi

Se stai pensando di creare un profilo personale, con il nome della tua azienda ed il logo al posto della tua fotografia, sappi che stai pensando di fare una sciocchezza.

Posso garantirti che è una cosa da evitare per diversi motivi:

  • Perché violi le policy di Facebook. Il tuo profilo sarà soggetto a segnalazioni da parte degli altri utenti e potresti rischiare di essere buttato fuori dalla piattaforma. Se hai fortuna, potrebbe succedere che prima di sbatterti la porta in faccia, l'assistenza ti chieda l'invio di un documento di riconoscimento valido, imponendoti di modificare il profilo con dati reali.
  • Perché Facebook spende tempo e risorse per darti i giusti strumenti per valorizzare quel che vuoi rappresentare. Un profilo personale non ha le funzionalità che può avere invece una pagina aziendale. Funzionalità che in una campagna pubblicitaria o per l'immagine del brand, possono fare la differenza.
  • Perché le persone vogliono parlare con le persone. La potenza dei Social Network è proprio quella di creare interazioni tra utenti che hanno qualcosa in comune. La scelta di inviare richieste di amicizia dietro una maschera, crea diffidenza e a volte anche fastidio.
Facebook-crea-pagina
Esempio di come Facebook ti aiuta a scegliere il giusto strumento per promuovere la tua attività.

2. NON RIEMPIRE LA TUA BACHECA DI POST PUBBLICITARI

Advertising

Dato per assodato che hai una pagina aziendale (e non uno pseudo profilo personale/aziendale), starai sicuramente pensando di creare contenuti per farti vedere dalle persone che ti seguono.

Seppur chiaro che la tua presenza su Facebook è rivolta a scopi commerciali, questo non deve spingerti ad usare la tua bacheca unicamente come spazio dove promuovere i tuoi prodotti/servizi.

Sembrerà un controsenso, ma non lo è:
Più post pubblicitari inserisci sulla tua pagina, minore è la probabilità che gli utenti ritornino a visitarla.

Il motivo è semplice.
Le persone si iscrivono ed utilizzano Facebook, principalmente per svagare, per cercare vecchi amici, per trovarne di nuovi con interessi comuni, per vedere i video dei gattini o per condividere le foto buffe.

Gatto buffo

 

Siamo in un periodo storico dove veniamo bombardati da pubblicità su ogni fronte, pertanto per essere efficaci anche su Facebook, bisogna agire di strategia.

Quali sono i contenuti interessanti per il tuo pubblico? Notizie di settore? Aggiornamenti sui trend del momento? Immagini emozionali? Crea un buon calendario editoriale… coinvolgi le persone che seguono la tua pagina, cattura il loro interesse e “quando sono tuoi”, pianifica i post pubblicitari tra i contenuti interessanti della settimana.

3. NON STRESSARE I MEMBRI DI UN GRUPPO INTERESSANTE PER LA TUA ATTIVITA'​

Hai trovato un gruppo Facebook pienamente in linea col tuo lavoro? E’ certo che i membri possano essere tuoi potenziali clienti? Wow! Inizio subito a postare informazioni sulla mia attività? Mi metto a commentare ogni post con il link del mio sito? Assolutamente NO!

Anche se trattasi di un gruppo virtuale, è sempre composto da persone reali e nessuno adora la gente logorroica ed invadente.

Se pensi di poter trarre benefici dal gruppo, inizia a presentarti come persona, interagisci con le conversazioni, creati una posizione all’interno del gruppo, vedrai che le richieste sulla tua attività verranno da se.

gruppo

Inoltre, da diverso tempo, i gruppi hanno amministratori e moderatori pronti a tagliarti fuori se non rispetti le regole. 

Alcuni gruppi addirittura, richiedono un’approvazione preventiva prima di pubblicare i tuoi contenuti.

Insomma, se ti comporti in modo etico e corretto, stai certo che i risultati arrivano.

4. NON RISPONDERE MALE AI COMMENTI NEGATIVI (anche se hanno torto marcio)

Ricorda che Facebook è un ambiente aperto a tutti, dai leoni da tastiera, ai “diversamente studiati”, all’esigente cronico.

Potrebbe capitare di ricevere commenti negativi, post di disapprovazione o persino insulti… trattieniti… non farlo!

E’ lecito voler rispondere a tono, sopratutto se trattasi di illazioni infondate, ma potresti innescare una bomba ancora più grande.

Ti presento un possibile scenario:

  • Mario Rossi scrive sulla pagina che sei un incompetente e cafone!
  • Tu rispondi che il cafone è invece lui (magari è proprio così);
  • Mario contro risponde che il tuo staff è un gregge di maleducati;
  • Luigi, un amico di Mario (che sta seguendo la conversazione), prende le sue difese ed inizia a postare anche lui commenti negativi su di te;
  • La stessa cosa fa Chiara che non conosce Mario, ma è la cugina di Luigi e si fida ciecamente del suo parere;
  • Inizia così una coda infinita di commenti negativi.. ti fai prendere dal panico e cancelli tutta la conversazione.
assistenza

Inizia così una coda infinita di commenti negativi.. ti fai prendere dal panico e cancelli tutta la conversazione.

ALTRO GRANDE ERRORE!

Mario aveva fatto uno screenshot della conversazione e lo invia ai sui contatti su WhatsApp, che a loro volta lo girano altri contatti… e via via fin quando molte persone parleranno male di te, senza nemmeno sapere chi sei.

COSA AVRESTI DOVUTO FARE PER EVITARE TUTTO QUESTO?

  • Avresti dovuto mantenere un tono professionale, seppur confidenziale;
  • Avresti dovuto dimostrare "l'avvenuta ricezione della critica", senza fornire una posizione esplicita;
  • Avresti dovuto spostare la conversazione in un canale privato.

Es. “Ciao Mario, siamo veramente dispiaciuti per quanto letto. Probabilmente ci sarà stato un equivoco e vorremmo chiarire in prima possibile. Ti prego di contattarci allo 095123456, troveremo sicuramente una soluzione”.

  • Mario non avrà più motivo (teoricamente) di infierire;
  • Agli occhi di chi legge, la tua azienda apparirà interessata alla cura del cliente;
  • Una conversazione privata eviterà l'effetto domino.

5. NON DIMENTICARTI DEI TUOI FOLLOWERS

Abbiamo già parlato nel punto (2.) dell’importanza di creare contenuti interessati per il tuo pubblico.

E’ altrettanto importante pubblicare con frequenza regolare. Per apparire nel feed delle persone che ti seguono, è necessario che nella tua bacheca ci siano SEMPRE nuovi post, che la pagina sia SEMPRE viva, che tu controlli SEMPRE eventuali commenti e che tu risponda SEMPRE ai messaggi privati.

Non basta pubblicare “citazioni copia e incolla” solo per mantenere la frequenza. I tuoi post devono essere coinvolgenti, devono spingere gli utenti ad interagire con like, commenti e condivisioni.

Più la tua pagina apparirà interessante per il pubblico che ti segue, più è probabile che Facebook mostrerà i tuoi post agli utenti in target.

followers-facebook

Seguire le 5 cose da NON fare su Facebook se sei un' attività commerciale, comporta di certo, doverne fare molte altre.

I Social Network, se ben gestiti, possono essere una miniera d’oro per la tua azienda.

Se gestiti invece “in economia”, possono creare gravi danni alla tua immagine.

E’ facile capire che il Social Media Management è un vero e proprio lavoro, da affidare a specialisti del settore.

Noi di Specialisti Digitali, offriamo questo servizio per aziende strutturate.