Questo è quello che molti imprenditori italiani sostengono.

Le giornate sono sempre piene di impegni lavorativi, scadenze da rispettare, clienti da seguire e dipendenti da coordinare. Impossibile dedicarsi anche ai Social Network.

In fin dei conti, è proprio così importante esserci?

Parole come Facebook, Instagram, Twitter, Youtube, Pinterest, ecc… sono ormai entrate di prepotenza nel linguaggio comune.
Chi non le conosce?

La domanda ricorrente però è sempre la stessa:
Perché un’attività dovrebbe avere a che fare con questi “passatempi” e rubare tempo al proprio business?

I Social Network sono un gioco!

Ebbene si! Quello che a primo impatto può sembrare motivo di abbandono da parte delle aziende, è invece la forza di questi canali di comunicazione.

I Social sono nati (e lo sono tutt’ora) come forma di intrattenimento e aggregazione.

Nel periodo storico in cui siamo, è facile voler trovare un po di svago nella tecnologia, conoscere persone con interessi comuni e magari trovare consigli ed opinioni utili.

Grazie infatti alla facilità d’uso di queste piattaforme, è stato “un gioco da ragazzi”, creare una rete con milioni di utenti ben profilati.

Ok, ma i Social sono utili per la mia azienda?

No, non sono utili… sono INDISPENSABILI! Oggi sono essenziali per qualunque tipo di attività.

Di seguito i cinque principali motivi:

  1. Molti dei tuoi clienti e potenziali tali, passano parte del loro tempo su queste piattaforme:
    Proprio sui social, gli utenti chiacchierano tra di loro, partecipano attivamente a gruppi di settore, interagiscono con pagine aziendali e cercano pareri, prodotti e servizi. (Pubblico concentrato)

  2. Hai la possibilità di sfruttare al meglio il tuo budget, grazie agli strumenti di profilazione che offrono:
    Se spendi 100€ in cartellonistica, raggiungi anche persone che SICURAMENTE non sono interessate al tuo prodotto;
    Se spendi 100€ sui social, raggiungi SOLO le persone inclini a diventare tuoi clienti. (Ottimizzazione del budget pubblicitario)

  3. Puoi monitorare la tua reputazione on-line:
    Come indicato nel punto (1.), gli utenti si scambiano consigli e soprattutto parlano delle loro esperienze.
    Non poter sapere cosa pensano di te, potrebbe diventare un grosso problema. Molto meglio esserci, interagire e (se serve) trovare una soluzione. (Monitoraggio del brand)

  4. La concorrenza è già sui Social:
    Le attività simili alla tua, con cui condividi i potenziali clienti, sono già on-line.
    Anche per questo motivo non puoi permetterti di lasciare tutta la piazza a loro.
    Quando un utente cerca un servizio o prodotto che offri, tu devi esserci! (Presenza on-line)

  5. I clienti si fidano di te:
    I sovrani più amati nella storia, erano quelli che si mischiavano al popolo.
    L’era di “Azienda leader nel settore bla bla bla” è finita. Oggi gli utenti utilizzano i Social Network per trovare aziende alla pari.
    Chi non si adegua è in automatico fuori dai giochi. (Fidelizzazione)

Ci vuole tempo per gestirli bene.

Oltre che tempo, sono necessarie anche competenze specifiche.

Non bisogna mai confondere il proprio profilo personale con una pagina aziendale.

Mentre sul profilo personale si è liberi di esprimersi come meglio si crede, sui canali aziendali è importante pubblicare contenuti di valore e professionali.

E’ essenziale creare un piano editoriale, senza lasciare la comunicazione al caso, stessa cosa per la frequenza con cui si aggiornano i canali stessi.

E’ necessario che i social rispecchino a pieno (se non addirittura meglio) quello che l’azienda è, senza apparire “improvvisati”.

Se mi metto a gestire i social, non posso dedicarmi al mio settore.

La chiave del successo è sempre quella di riuscire a delegare.

Come delego la stesura del 730 al commercialista,
come delego la sicurezza alla vigilanza,
come delego le telefonate alla segretaria…

Posso delegare la gestione dei Social Network ad un Social Media Manager.

Cosa è un Social Media Manager?

Un SMM è quel professionista che coordina un team di persone per alleggerire il carico dell’imprenditore, con l’obiettivo di creare una comunicazione efficace tramite le piattaforme Social.

Un SMM nello specifico si occupa di:

  • Analizzare l’azienda ed i competitors diretti e indiretti;
  • Pianificare un metodo di comunicazione in linea con le aspettative dei clienti/utenti;
  • Stilare un calendario editoriale per le pubblicazioni;
  • Creare contenuti di successo che rispecchino a pieno l’immagine dell’azienda;
  • Interfacciarsi tra l’azienda ed il proprio team (composto da fotograti, grafici, scrittori, ecc)

Dove trovo un Social Media Manager?

In linea di massima, le strade da percorrere sono due:

  1. Assumere un dipendente factotum che si occupi degli aspetti sopracitati e faccia lui stesso da team;
  2. Affidarsi ad un’ agenzia che lo faccia per lavoro e che abbia già esperienza pregressa con altri imprenditori sulla tua stessa barca.

    Noi di Specialisti Digitali, facciamo parte del punto (2.)

    PER UNA CONSULENZA GRATUITA, CONTATTACI.